Turismo in Danimarca Visitare Copenhagen, una guida per visitare e scoprire Copenhagen, Danimarca.

Bandiera Danimarca

   

La Statua della Sirenetta

La statua della Sirenetta è una scultura di bronzo che si trova all'ingresso del porto di Copenaghen.

E' uno dei simboli tipici della Danimarca e della sua capitale e, sicuramente, una delle sue attrazioni turistiche più rinomate e ricercate dai turisti.

La statua raffigura la protagonista di una delle più celebri fiabe di Hans Christian Andersen, La Sirenetta. ("Den lille Havfrue" in danese).

In diverse occasioni la statua si è trovata a subire atti vandalici di vario genere, addirittura fino al mozzamento della testa. In seguito all'ultimo ed ennesimo atto vandalico, la polizia si è mobilitata in forze per arrestare i responsabili, mentre, per proteggere la statua da altri tentativi di rovinarla, si è reso necessario sostituirla con un'altra, in cui la figura della sirenetta è assolutamente identica, se non per il particolare che la statua attuale è costituita da un unico blocco di metallo lavorato che ne rende più difficile aggressioni vandaliche di portata irrimediabile.

Storia della nascita della statua della Sirenetta

Hans Christian Andersen scrisse una delle sue più celebri fiabe nel 1837. Contrariamente dalla versione della Disney, la favola di Handersen ha un tocco più drammatico e di stampo decisamente romantico nel sacrificio di un amore impossibile.

Nel 1909 Carl Jacobsen, mecenate e patrono della birra danese, la Carlsberg-Tuborg, assistette rapito alla messa in opera del balletto "La Sirenetta" di Hans Beck musicato da Fini Henriques.

Le forti emozioni che il balletto e, soprattutto, la storia suscitarono in Jacobsen lo spinsero a commissionare allo scultore danese Edvard Eriksen una statua della sirenetta (Lille Havfrue in danese) che ricordasse la storia di quell'amore e, nel contempo, abbellisse il porto di Copenhagen.

Inizialmente quale modella per la statua venne scelta la ballerina Ellen Price; quando però la ragazza capì che le sue fattezze nude, seppur ritratte in una statua, sarebbero state sotto gli occhi di tutti al porto, rifiutò di posare. L'artista dovette perciò chiedere alla propria moglie, Eline Eriksen, di sostituire la prima scelta.

La statua di Eriksen immortala il momento più delicato di tutta la storia, quello nel corso del quale avviene la metamorfosi nel corpo della ragazza tra la coda da sirena e l'acquisizione delle gambe umane.

La Sirenetta, con lo sguardo malinconico, seduta su uno scoglio, con la testa rivolta ad est, scatenò le ire puritane di qualcuno che, nel 1961, le dipinse addosso reggiseno e mutandine; qualche anno dopo venne addirittura dipinta di rosso con la vernice e, nel 1964, venne decapitata.

Negli anni Settanta era stata restaurata, ma ben presto venne nuovamente dipinta di rosso e le venne anche amputato un braccio.

Gli anni Novanta non le portarono maggior fortuna: per ben due volte le venne mozzata la testa e la seconda ritrovarla non fu affare da poco per i pazienti sommozzatori danesi.

Fotografie di La Statua della Sirenetta

La Statua della Sirenetta
La Statua della Sirenetta
La Statua della Sirenetta

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/europada/public_html/application/library/Php/xmlrpc.inc on line 583